A Sprone Maraoni

Come sempre sta lì fermo

sui Lepini il monte Ermo

maestoso moto aspetta

che qualcuno sulla vetta

presto arrivi senza affanno

e così per tutto l’anno

specialmente a primavera

senza il vento e la bufera.

 

Sul sentiero del pastore

alto era lo spessore

tanta neve era finita

solo in pochi l’han gradita.

vien dal piano la carovana

in ottanta in fila indiana

hanno il passo lento e breve

troppo alta era la neve.

 

Con il GAM sullo sprone

sale il CAI di Frosinone

non essendo più mattina

anche il CAI di Latina.

Come a fare il gemellaggio

si comincia con l’ingaggio

di formaggi ed insaccati

saporiti e prelibati.

 

Nonostante qualche indugio

tutti arrivano al rifugio

in due ore il tempo è bello

vien colmato il dislivello.

Sol per fare gemellaggio

s’incomincia con l’assaggio

dei formaggi ed insaccati

dai sapori prelibati

 

Mentre i cuochi su due spiazzi

fanno fuoco come pazzi

per poter a tutti dare

piatto caldo da mangiare.

Viene cotta lì sul posto

la salsiccia e carne arrosto

anche se affumicata

ugualmente vien mangiata

 

Affogata a rosso vino

con la grappa ed il nocino.

Più nessuno ora sbuffa

con i dolci tanto s’abbuffa.

Sono allegri gli stornelli

canta il coro i ritornelli.

Bevon grappa tutti in fretta

al sapore della frutta.

 

 

Non essendo abituati

quasi tutti son sborniati

con lo zaino sulle spalle

si discende verso valle.

E’ caduta per la via

Indovina chi? Maria

che ritorna a Frosinone

con una lieve escoriazione

 

 

per fortuna è cosa poca

la montagna è faticosa.

Per saper gustar la festa

qualche volta dite basta.

Vi esorto e vi consiglio

come il padre fa col figlio

in montagna è sempre bello

se si usa anche il cervello.

 

Bartoli Tommaso

 (Bartom)

 

indietro