Infinito!   ti canto

 

Ancora una volta

con gli amici

 in montagna

vengo.

 

Gioie, dolori,

speranze della vita,

nel viaggio, con me

porto.

 

Vette maestose,

lontane mete,

impossibili dal basso,

vedo.

 

La cima desiata

infine, a stento

con gran fatica

conquisto.

 

Superbo vincitor,

non appagate,

ancor pił in alto

guardo.

 

L'immenso cielo

che tutto avvolge,

mi rende umile,

cerco.

 

Col capo chino,

come liberato

mi scruto dentro,

prego.

 

Di gioia ricolmo,

con fede a gran voce

le meraviglie del Signore,

canto.

 

Tommaso Bartoli

(Bartom)

indietro